About me

Bisogna aver mangiato tanto sale e mandato giù tanti sassi, pesanti come massi.
Avere il cuore schiacciato da quintalate di pietre.

Per sembrare uno normale, di quelli che ti salutano con un sorriso.
Dicono sempre che stanno benone e poi magari ci scherzano pure.

E poi piangono senza una lacrima mentre gli si allaga il cuore, il fegato e la milza e pure le ossa, ma non annegano mai.

Quelli che hanno una paura matta, ma non lo fanno vedere a nessuno.
Dicono: se vuoi ci sono sempre e poi ci sono sempre davvero.

Quelli che hanno il plutonio nel cuore che ci vuole un trilione di anni prima che si dimezzi.
E hanno un bambino dietro la porta del cuore.

E poi attendono che avvenga un miracolo, seduti sulla panchina del tempo mentre i treni corrono col vento.

Bisogna aver mangiato tanto sale e mandato giù tanti sassi, pesanti come massi.
Perché la poesia nasce quando si hanno le ossa rotte.

 


img_3087_bn_res
 

Text and Photography by Daniela Mazzarino © 2015-2016