Il tuo nome

Hai lasciato il tuo nome
in tutto il farsi vita
oltre la nostra morte.

Io resto sempre.
Come l’eterno fiume
che scorre, ma rimane.
Anche questa è vita,
di dolore e di addii,
è la sua roccia liquida.

E c’è, ancora il cielo
che nell’aria si ferma.
Il silenzio celeste
che di cosmo m’avvolge.
E i piccoli bagliori
di fati luminosi.

E quest’alba di madre
che si leva e mi prende
tra le sue braccia. Sempre.

§ Daniela §

(Foto by me)
Ragazza assorta (Black and white)

Com’era caldo il sole di domani

Il dolore è una nave
che getta sogni in mare.
Arriva lentamente
come un veliero incede.
E mi ricordo di quei giorni,
il cielo azzurro di ritorni.

Com’era caldo il sole di domani
sui nostri volti e sulle nostre mani.
Ed ora faccio la guardiana al tempo
come un treno, sotto la neve, fermo
ad aspettare che torni quel vento
che muove il cielo, il mare e l’universo.

§ Daniela §

(Foto dal web)
Treno fermo nella neve (Black and white)

Guarderemo ogni volto

Cosa resta di noi?
ad ognuno una tomba.
E siamo andati altrove,
soli, col cuore stanco.

Guarderemo ogni volto
e non sarà più il nostro.
Cercheremo un mattino,
ma vorremo star soli.

Ci saranno altre piogge
sulle nostre finestre
e i colori dell’alba
a destar occhi stanchi.

Mentre fuggono i giorni
anneghiam nei tramonti.
E torneremo, tristi
come un treno di sera,
in silenziose case.

§ Daniela §

(Foto by me)


Uomo assorto nei pensieri su un treno
Ragazza su un treno

Parole senza rumore

Le silenziose nebbie dell’inverno
segnano il tempo della muta attesa.
Tutto ora tace, tutto sta dormendo.

Sfugge allo sguardo il limitar dei campi
e la mia terra ha cambiato colore.
La neve illumina e imbianca il silenzio.

C’è un tacere che scrive nel cuore
e in queste parole senza rumore
dorme e riposa anche il mio dolore.

§ Daniela §

(Foto by me)
Campi avvolti nella nebbia all'alba

Guarderemo ogni volto

Cosa resta di noi?
ad ognuno una tomba.
E siamo andati altrove,
soli, col cuore stanco.

Guarderemo ogni volto
e non sarà più il nostro.
Cercheremo un mattino,
ma vorremo star soli.

Ci saranno altre piogge
sulle nostre finestre
e i colori dell’alba
a destar occhi stanchi.

Mentre fuggono i giorni
anneghiam nei tramonti.
E torneremo, tristi
come un treno di sera,
in silenziose case.

§ Daniela §

(Foto by me)


Uomo assorto nei pensieri su un treno
Ragazza su un treno

Parole senza rumore

Le silenziose nebbie dell’inverno
segnano il tempo della muta attesa.
Tutto ora tace, tutto sta dormendo.

Sfugge allo sguardo il limitar dei campi
e la mia terra ha cambiato colore.
La neve illumina e imbianca il silenzio.

C’è un tacere che scrive nel cuore
e in queste parole senza rumore
dorme e riposa anche il mio dolore.

§ Daniela §

(Foto by me)
Campi avvolti nella nebbia all'alba