L’alba è nel ventre della notte

Sera, terra di confine,
che sei terra di nessuno.
Anche i tram paiono fermi
e il ritorno s’allontana.

Tutto immobile e sospeso
in questa terra di mezzo.
Terra prima della notte.
Aria pregna di silenzio.

In fondo al viale, dove
l’asfalto è stanco, incrocio
un uomo col cappello
che gli cela i pensieri.

Solleviamo lo sguardo
e pensiamo, diciamo
che in fondo l’alba è già
nel ventre della notte.

§ Daniela §

(Foto dal web)
Vicolo di notte (Black and white)

Rue Saint Vincent

Ho una inclinazione particolare
per tutti gli amori irraggiungibili.

Li amo seduta alla caffetteria,
qui sotto casa mia,
all’angolo tra vicolo del Cinque
e la rue Saint Vincent.

Fare finta di leggere il giornale
e invece amare a le Champ de Mars.
Mano nella mano a Santa Maria
e far l’amore dans le Parc Monceau.

E quando incontro un uomo in carne ed ossa,
qui vicino, all’incrocio
tra via in Selci e boulevard Saint Germain,
mi siedo e inizio a leggere il giornale.

§ Daniela §

(Foto by me)
Ragazza seduta in un caffè (Black and white)